The sunset even feels cold, poem by Tzemin Ition Tsai 蔡澤民 – Taiwan. Digital Collage by Lidia Chiarelli, Italy

夕陽寒

 

潮水

恣意侵擾我的沙灘

夕陽的規勸

引著泛紅的眼眶

沒一日讓過

在過去的一千萬年

 

不領情的西風

總是偷偷地來又偷偷地走

轉動

巨型風力發電塔風扇

對於人類與大自然的對抗

不言一語

 

收拾

垂掛四周的紗網

心裡不明白

如何應付小魚兒的反問

那細目可網得住秋風

那細目可捕獲得了下海前的

 

 

The sunset even feels cold

 

That tide infested waywardly my sandy beach

Sunset’s advice

With red eyes

No day to let off

In the past ten million years

 

Those ungrateful westerlies

Always secretly come and also secretly go

To turn

The giant fan of that wind power tower

For the confrontation between man and nature

Do not say a word

 

Clean up

Those gauzes hanging in the surrounding

My heart does not understand

How to deal with the questions of the little fishes

Are those thin meshes

able to catch the autumn wind?

Are those thin meshes

able to catch the cold before jumping into the sea?

Poem by

蔡澤民
 

 

Freddo Tramonto

 

La marea infestava ostinata la mia spiaggia di sabbia

la suggestione del tramonto

gli occhi rossi

nessun giorno da tralasciare

negli ultimi dieci milioni di anni

 

Quegli  ingrati venti occidentali

sempre segretamente vengono e segretamente vanno

per far girare

il ventilatore gigante della torre elettrica di vento

per un confronto tra uomo e natura

nessuna parola

 

Ripuliscono

quelle reti appese tutto intorno

il mio cuore non capisce

come affrontare le domande dei piccoli pesci

sono quelle maglie sottili

in grado di catturare il vento autunnale?

sono quelle maglie sottili

in grado di catturare il freddo prima di cadere in mare?

Translation by Lidia  Chiarelli

 

 

 

Advertisements

On Board Costa Deliziosa

Costa logoBooks on board-Velvet LibraryNick the Librarian

Lidia Chiarelli’s books are on board Costa Deliziosa and are available at the Velvet Library

Lidia Chiarelli – Immagine & Poesia – Cross-Cultural Communications, New York 2013

Lidia Chiarelli – Tramonto in una tazza – Sunset in a cup – Edizioni Esordienti E- book, Moncalieri (To) 2017

GUIDO GOZZANO – UN POETA IN VIAGGIO Agliè Mostra 2017

“Guido Gozzano: un poeta in viaggio” come lo definisce Lilita Conrieri nel suo volume edito da Daniela Piazza nel 2007.

Alla ricerca di climi miti, Gozzano amava fare vacanze “terapeutiche” in montagna e al mare:

sappiamo che trascorse periodi più o meno lunghi in località montane come  NOASCA, RONCO CANAVESE, BERTESSENO, BRUSSON, VAL D’AYAS  oppure soggiornò in Liguria a SANT’ILARIO, BOGLIASCO,  GENOVA , CAMOGLI.

Nel 1912 gioca l’ultima carta della salute partendo per l’India: un viaggio che diventerà il libro “Verso la cuna del mondo” pubblicato postumo nel 2017.

Questo aspetto di Guido Gozzano viaggiatore è stato scelto per la settima edizione di Arte ad Agliè, la manifestazione artistica che si accompagna puntualmente al Premio Letterario.

info@culturanostop.it

GOZZANO LOCANDINA-